belleparole mie

Quando ho la presunzione di aver trasmesso i miei sentimenti e la mia saggezza(!?!?!?)

Vorrei vivere,
nuovamente,
l’emozione di incontrarti:
il fiato che si fa corto,
le parole che si ingarbugliano
e le mani che si trattengono,
a stento,
dall’accarezzarti.
Tu le chiami “farfalle,
io le chiamo con il tuo nome!

Il mio primo giorno
che posso dire “intero”
l’ho vissuto con te.
Il mio prossimo giorno
che vivrò con te
sarà “completo”.

Lascia che io
ti dorma accanto,
forse ti russeró
nell’orecchio
più vicino.
Ma saprai
che sono vivo
e che sono con te.
E, se sono vivo,
è grazie a te
che mi dormi accanto.

Se oggi
io dicessi
“ti amo”,
ad una donna
che non sei tu,
lo farei
sapendo
di mentire.
Spudoratamente!

Nella vita,
bisognerebbe incontrarsi
almeno due volte.
La prima,
per scoprire
i propri limiti.
La seconda,
per superarli
per sempre!