belleparole

Avere te significa stare attenti a non trascurare la bellezza dei tramonti, il mare calmo.
Vuol dire sorseggiare la birra piano piano, prendere tempo, allungarlo.
Avere te è conoscere l’importanza di ogni secondo.
Avere te vuol dire accettare di non averti, avendoti.
Lasciarti libera dentro me.
Vuol dire essere uno ma in due, essere due in uno.
Avere te è la bellezza di preoccuparsi per un altro, è conoscere la comodità dividendo un letto, una sedia, un posto per uno.
È stare più stretti per tenere il cuore bello largo.
Avere te significa vederti allontanare e continuare a pensarti.
Vuol dire aspettarti.
Vuol dire avere un cuore che lavora per due ma essere stanco la metà.
Avere te è avere finalmente paura di perdere qualcosa di importante.

Gio Evan (autore del libro “Ormai tra noi è tutto infinito”)

Chiudo gli occhi
e la mente comincia
a disegnare,
ogni volta,
prima il tuo profilo,
poi il tuo viso,
fino a cogliere
la tua anima.
Ogni volta
più bella.

Non tu nella mia vita.
Non io nella tua.
Ma noi, in una vita nostra!

“Maestro, dammi l’assoluzione”.
“No”, rispose il maestro,”l’assoluzione te la devi dare da solo,
comprendendo dove hai sbagliato
ed impegnandoti a non ripetere più l’errore”.
Così disse il maestro.

Non ho chiesto io
di incontrarti,
ma è successo.
Non ho chiesto io
di innamorarmi di te,
ma si è realizzato.
Non ho chiesto io
di allontanarmi,
ma è stato necessario.
Non ho chiesto io
di essere tuo,
ma è per sempre.