Felicità raggiunta, si cammina
per te sul fil di lama.
Agli occhi sei barlume che vacilla,
al piede, teso ghiaccio che s’incrina;
e dunque non ti tocchi chi più t’ama.

Se giungi sulle anime invase
di tristezza e le schiari, il tuo mattino
e’ dolce e turbatore come i nidi delle cimase.
Ma nulla paga il pianto del bambino
a cui fugge il pallone tra le case.

Eugenio Montale

Lascia che io
ti dorma accanto,
forse ti russeró
nell’orecchio
più vicino.
Ma saprai
che sono vivo
e che sono con te.
E, se sono vivo,
è grazie a te
che mi dormi accanto.

Se oggi
io dicessi
“ti amo”,
ad una donna
che non sei tu,
lo farei
sapendo
di mentire.
Spudoratamente!

Nella vita,
bisognerebbe incontrarsi
almeno due volte.
La prima,
per scoprire
i propri limiti.
La seconda,
per superarli
per sempre!

Ciò che ti differenzia
dagli altri
è il bene che sai fare.
Il male,
lo sanno fare tutti!